Prime Pagine

Finale Champions League. A Milano 40mila madrileni per il “derby” tra Atletico e Real Madrid

By Andrea Tundo

Si riparte dal colpo di testa di Sergio Ramos, l’inzuccata con la storia. Mancata, quella dell’Atletico Madrid con il primo trionfo. Concretizzata, quella del Real di Carlo Ancelotti che conquistò la decima Champions. Tra Lisbona e Milano scorrono due anni, i quarti di finale della scorsa stagione risolti – ancora a pochi minuti dalla fine, come in Portogallo – dalla rete di Hernandez. E mille sfottò tra le squadre dell’unica città che potrà vantarsi di aver ridotto a un derby la competizione più prestigiosa d’Europa. Il teatro è di lusso, la casa di un’altra metropoli, Milano, che invece da segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Siae, i senatori a Franceschini: perché continuare a difendere un monopolio vecchio 130 anni?

By Guido Scorza

Non capita spesso che il Partito Democratico ed il Movimento 5 stelle si rivolgano al Governo ponendo, quasi all’unisono, la stessa questione, nei medesimi termini. Nei giorni scorsi, tuttavia, a Palazzo Madama sono state depositate due interrogazioni quasi-gemelle: una – prima firmataria Laura Puppato [Pd] – e un’altra – primo firmatario Vito Crimi [M5S].

Entrambe le interrogazioni sono rivolte al Ministro dei Beni e delle attività culturali, Dario Franceschini al quale viene posta, sostanzialmente, la stessa domanda: perché, nonostante una recente Direttiva europea riconosca espressamente a tutti gli autori ed editori il diritto di decidere a chi segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Ricerca, la battaglia della “Robin Hood della scienza” per un libero accesso alle pubblicazioni

By Davide Patitucci

All’interno della comunità scientifica internazionale il suo nome è ormai divenuto famoso. Alcuni la considerano una “Robin Hood della scienza”. Altri un’autentica pirata digitale, colpevole di “violazione del diritto d’autore”. Il merito, e al tempo stesso la colpa, di Alexandra Elbakyan, programmatrice e neuroscienziata originaria del Kazakistan, è di aver creato nel 2011 un archivio online gratuito, che conta al momento oltre 51 milioni di articoli scientifici. Una piattaforma digitale, denominata “Sci-Hub”, che consenta a tutti i ricercatori di accedere liberamente alle pubblicazioni scientifiche, senza la necessità di sottoscrivere un abbonamento.

La storia di Sci-Hub e della sua agguerrita fondatrice è segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

E’ morto Giorgio Albertazzi, gigante del teatro italiano: aveva 92 anni

By [email protected] (Redazione Repubblica.it)

segue…

Source: Repubblica Homepage

Nonprofit, lavorare nelle Ong: è finito il tempo dei buoni. Avanti i cattivi

By Marco Crescenzi

I buoni non fanno notizia, i cattivi sì. Ed allora ecco la news: nelle Ong il tempo dei buoni è finito, cercasi cattivi. Scordatevi l’approccio “caritatevole” (da cui il temine anglosassone charity). Scordatevi l’“assistenza” come fine. Scordatevi la “solidarietà” come cura di tutti i mali. Scordatevi i “poveri negretti”. Scordatevi “volontariato & gratuità”. Francesco Petrelli è fondatore e già presidente di Oxfam Italia e vecchio amico, come me blogger a tempo perso (sull’Huffington Post); sintetizzo alcuni suoi passaggi durante uno dei nostri aperitivi che scherzosamente chiamiamo “politici”:

“Per Oxfam, la povertà va interpretata come mancanza di potere‘. L’approccio non è la segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Italy’s banking sector mergers back in the spotlight

By by Marco Ferrando


Italy’s cooperative and “popolare” credit sector is finally starting the merger merry-go-round that the government and regulators have long pressed for. Atlante could end up taking control of Veneto Banca. Meanwhile the management change at UniCredit will set a new course for a bank that is a key player in industry and finance both at home and abroad…
segue…

Source: Il Sole 24 Ore Homepage

Krzysztof Kieslowski, la passione febbrile del cineasta in una rassegna che celebra i suoi film

By Davide Turrini

Passione Kieslowski. Una rassegna che celebra l’intera filmografia di uno di più importanti cineasti del novecento come il polacco Krzysztof Kieslowski non poteva che chiamarsi così. Evocare quella passione febbrile, angosciosa e suprema che ogni sua pellicola – allora nei tardi ottanta/inizio novanta si parlava ancora di “pizze”- celava e disvelava ad ogni visione è l’omaggio più sincero e diretto che gli si potesse fare, proprio a 20 anni dalla sua scomparsa (20 marzo 1996).

Una retrospettiva completa, la più ricca e dettagliata mai avvenuta in Italia, si terrà fino al 12 giugno 2016 al Palazzo delle Esposizioni di Roma con segue…

Source: Il Fatto Quotidiano