Prime Pagine

Iran, Reyhaneh muore nell’indifferenza della comunità internazionale

By Riccardo Noury

Reyhaneh-Jabbari-675Reyhaneh-Jabbari-675

Reyhaneh Jabbari, 26 anni, è stata impiccata all’alba di questa mattina. Con magnanimità, le autorità iraniane hanno avvisato ieri pomeriggio la madre, che ha potuto incontrarla un’ora in carcere per darle l’ultimo saluto.

Come ricorderanno i lettori e le lettrici de il Fatto Quotidiano, Reyhaneh Jabbari era stata condannata a morte nel 2009 al termine di un’indagine e un processo profondamente viziati. Era stata arrestata nel 2007 per l’omicidio di Morteza Abdolali Sarbandi, un ex impiegato del ministero dell’intelligence iraniano. Era stata tenuta in isolamento per due mesi, senza poter vedere l’avvocato e i familiari.

Reyhaneh Jabbari ammise di aver segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Migranti a Melilla: un golf club (pagato da noi) davanti alla frontiera d’Europa

By Massimiliano Sfregola

Immigrati entrano a Melilla

La foto dei migranti arrampicati sulla rete che divide l’enclave spagnola di Melilla dal Marocco, rappresenta meglio di qualunque commento la metafora dell”assedio alla fortezza’ Europa; da un lato i suoi totem consumistici, ben rappresentati dal golf – il “trastullo per eccellenza” dei ricchi – dall’altro i disperati, incarnati da quei 70 uomini neri appollaiati come piccioni, che nella speranza di superare anche l’ultimo livello di quel gioco al massacro che per molti di loro è iniziato nell’Africa equatoriale settimane o mesi prima, hanno atteso rassegnati che i soccorritori li consegnassero ai manganelli della polizia marocchina.

E pensate un pò: quel segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Leopolda 2014, Renzi: “Qui parla l’Italia che crea posti di lavoro”

By F. Q.

È iniziata la seconda giornata della Leopolda. Prima di dare avvio ai dibattiti è stato rispettato un minuto di silenzio per ricordare Reyhaneh Jabbari, la ragazza giustiziata in Iran per aver ucciso il suo stupratore. Il premier Matteo Renzi, che doveva restare nel back stage, invece è sul palco. Tra i moderati ci sono il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi e il finanziere Davide Serra. Tra gli ospiti vip l’ex ad di Luxottica Andrea Guerra, il re del cachemire Brunello Cucinelli, l’ad di Prada Patrizio Bertelli. Il segretario Pd: “Ci saranno 15 testimonianze di persone che hanno segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Omicidio del broker legato al caso Mokbel, si aggrava la posizione di Ceniti

By [email protected] (Redazione Repubblica.it) Ora è accusato anche del tentato sequestro di persona, oltre a essere ritenuto responsabile del delitto di Silvio Fanella avvenuto lo scorso 3 luglio alla… segue…

Source: Repubblica Homepage

Strage sull’A1, sei morti per incidente. Tra le vittime quattro bambini

By F. Q.

Tragico incidente sull’A1 Milano – Napoli. Sei persone hanno perso la vita nello scontro tra un van Mercedes con targa romena e un furgone Iveco. In cinque sono morti sul colpo, la sesta vittima, una bambina di 15 mesi, è stata ricoverata in gravissime condizioni ed è morta in ospedale. Le cause dello scontro sono ancora da accertare, secondo le prime ricostruzioni il van, con a bordo otto persone di nazionalità romena, ha tamponato in modo violento il minibus nel quale viaggiavano una donna, un uomo e quattro bambini, con età compresa tra i dieci anni e i pochi mesi segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Augusto Bianchi Rizzi: addio al salotto del ‘Giovedì’ milanese

By Valeria Gandus

Se n’è andato ieri, a 74 anni, un pezzo di Milano. Un pezzo importante, un uomo dalle molte vite e dai moltissimi amici: Augusto Bianchi Rizzi, avvocato, autore di teatro, romanziere, ineguagliabile anfitrione. Dall’appartamento di Corso Venezia, dove viveva con la moglie Rosanna, sono passate infatti centinaia di artisti, politici, esponenti della società civile che hanno animato il suo memorabile “Giovedì“: non salotto di sinistra, come teneva a precisare l’Augusto (sì, l’Augusto alla milanese, con l’articolo determinativo e con buona pace di Nanni Moretti) ma “area ludico- resistenziale” dove si mangiava, si beveva (tutti seduti, più di un centinaio di segue…

Source: Il Fatto Quotidiano