Prime Pagine

Telecom, Giuseppe Recchi presidente. Telco in minoranza, Findim fuori da cda

By Redazione

Recchi presidente, Telco in minoranza e Findim fuori dal consiglio d’amministrazione. Questo il risultato dell’assemblea Telecom. Protagonista è stato l’azionista di minoranza Marco Fossati (rappresentante di Findim), che ha sparigliato le carte,votato per la lista dei fondi e messo in minoranza Telco nel voto per il rinnovo del cda. Non è riuscito però a cambiare l’esito del voto ed è restato fuori dal cda Telecom, con Telco che ha ottenuto 10 rappresentanti, anche se ha dovuto ricorrere al voto di maggioranza in assemblea. Nessuna sorpresa, invece, sul nome del nuovo presidente: è Giuseppe Recchi, nominato presidente in assemblea con l’appoggio segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Calendarizzazione Def, lite Brunetta-Boldrini. E Renzi: “Gufi, aspettate venerdì”

By Redazione

Una lite, un giallo e un tweet. Mentre Matteo Renzi sul social network se la prende con chi non crede nell’azione del suo governo (“Dicevano che era una televendita. Poi che non c’erano le coperture. Poi le coperture sì, ma non quelle. #Amicigufi ma aspettare venerdì no?”), ha rischiato di arenarsi sulle rimostranze di Renato Brunetta la capigruppo con cui la Camera doveva calendarizzare l’esame e il successivo voto sul Documento di economia e finanza presentato dal governo. L’oggetto del diverbio è stata la lettera con cui il ministro del Tesoro Padoan chiederà alla Commissione europea di rinviare al 2016 segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Rifiuti, revocati gli arresti domiciliari a Manlio Cerroni il patron di Malagrotta

By Redazione

Revocati gli arresti domiciliari per Manlio Cerroni, patron dell’ex megadiscarica di Malagrotta e coinvolto in un’inchiesta della procura di Roma su presunti illeciti legati alla gestione e smaltimento dei rifiuti a Roma e nel Lazio. A deciderlo è stato il gip Massimo Battistini che ha disposto la scarcerazione anche per le altre persone coinvolte nell’inchiesta.

A carico di alcuni indagati il giudice ha applicato una misura più lieve come il divieto della dimora a Roma. La procura nei giorni scorsi si era espressa per un affievolimento dei domiciliari anche perché il 5 giugno prossimo per tutti è fissata la segue…

Source: Il Fatto Quotidiano