Prime Pagine

Mobilità, ecco la ‘bikenomics’: “Andare in bici conviene e fa guadagnare soldi”

By Andrea Giambartolomei

Girare in bici non solo conviene, ma fa pure arricchire. In Italia aumenta la produzione di biciclette in Italia, così come cresce l’export e fioriscono attività che “ruotano” intorno a questo mezzo, dai servizi a domicilio alla produzione e vendita di accessori. La “bikenomics” cresce di importanza anche in Italia e di questo si è parlato sabato 20 settembre in un incontro del “Bike Pride” di Torino, evento che promuove la mobilità sostenibile e che ha portato quasi 40mila ciclisti al raduno. Quest’anno il titolo della rassegna è stato “Pedalare ti arricchisce”.

Come ha illustrato Barbara Barazza della Camera del segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Isis, uccisi 300 militari iracheni a nord di Falluja: “Attacco con armi chimiche”

By Redazione

L’Isis è in possesso di armi chimiche e le ha usate, domenica, per uccidere 300 soldati iracheni a Saqlawiya, a nord di Falluja, in Iraq. La denuncia è arrivata da alcuni deputati della provincia di al-Anbar, nel nord-ovest del paese, che parlano di un attacco con armi al cloro. Dei 400 militari che fronteggiavano l’esercito di miliziani fedeli all’autoproclamato califfo, Abu Bakr al-Baghdadi, soltanto un centinaio sono sopravvissuti. Tutti gli altri, dicono i politici locali, “sono morti per asfissia”.

Il raid chimico dei miliziani dello Stato Islamico sarebbe stato organizzato domenica 21 settembre. Secondo il deputato, Ali al-Bedairy, i terroristi “hanno segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Modena, scuole d’infanzia cedute a una fondazione. Le maestre: “Salari tagliati”

By Annalisa Dall’Oca

“Pronti a manifestare in difesa della scuola pubblica”. Comincia con una dichiarazione di guerra dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil nei confronti del Comune di Modena, l’anno scolastico all’ombra della Ghirlandina. Casus belli, la Fondazione Cresci@amo, nata per volontà dell’ex giunta guidata dal sindaco Pd Giorgio Pighi, e portata avanti dall’attuale primo cittadino Gian Carlo Muzzarelli, democratico a sua volta, con lo scopo di inglobare, anno dopo anno, sempre più scuole dell’infanzia cittadine, prima gestite direttamente dall’amministrazione, e oggi nelle mani dell’ente, al 100% di proprietà del Comune di Modena. “In pratica – protesta Maurizio Guidotto, della Fc Cgil segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Articolo 18, chi vuole abolirlo? Sondaggio Ispo: “Italiani divisi, giovani contrari”

By Redazione

Braccio di ferro e scambi di accuse tra Matteo Renzi e i sindacati sulla riforma del lavoro. E in particolare sull’articolo 18. Ma chi davvero vuole che la norma dello Statuto dei lavoratori venga abolita? Secondo un sondaggio svolto da Ispo – i cui risultati sono stati pubblicati sull’Huffington Post – gli italiani sono divisi. In sostanza, “più di metà – il 54% – ritiene che l’eventuale abolizione dell’articolo 18 finirebbe col rendere i lavoratori dipendenti più ricattabili dal datore di lavoro”. La contrarietà alla cancellazione della norma prevale soprattutto tra i ragazzi, a dimostrazione “che le giovani segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Genetica e razzismo, due buone notizie da Israele e dalla Scozia

By Andrea Bellelli

La scorsa settimana sfogliando la stampa nazionale ed internazionale, sono stato colpito da due buone notizie, tra loro non correlate: l’esito del referendum sull’indipendenza della Scozia e un sondaggio condotto in Israele sulla definizione dell’identità ebraica. Ciò che le due notizie hanno in comune, naturalmente, è che entrambe in modo diverso sono pertinenti all’identificazione dei cittadini nel proprio gruppo di appartenenza. L’uomo vive in gruppi e l’appartenenza al gruppo di riferimento è soprattutto psicologica: noi vogliamo essere membri del nostro gruppo. Purtroppo, non sempre ci accontentiamo dell’appagamento del nostro desiderio di appartenenza: cerchiamo ragioni ulteriori.

Le ragioni segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Yara, Ris: “Non è possibile diagnosi certa su tracce di Dna trovate sui vestiti”

By Redazione

“Non è possibile una diagnosi certa sulle tracce di Dna di Ignoto 1 trovate sui vestiti di Yara”. E’ questa, in sintesi, una delle conclusioni presenti nella relazioni dei carabinieri del Ris di Parma su cui poggia l’istanza di scarcerazione, rigettata dal gip di Bergamo Ezia Maccora, presentata dai legali del 44enne Massimo Giuseppe Bossetti, Claudio Salvagni e Silvia Gazzetti. Gli argomenti avanzati dai difensori saranno molto probabilmente riproposti al Tribunale del Riesame di Brescia. Il muratore di Mapello è in carcere dal 16 giugno scorso con l’accusa di essere il killer di Yara Gambirasio, scomparsa segue…

Source: Il Fatto Quotidiano