Prime Pagine

Euro, Di Maio: “Il governo non vuole uscire dalla moneta unica, non è nostra volontà”

By F. Q.

Il governo non sta pensando a un piano B per uscire dall’Euro. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio ad una specifica domanda durante la trasmissione Omnibus su La7, sulle parole del ministro Paolo Savona. “Oggi posso dire che non ci sto pensando e il governo non sta lavorando a questo. Non possiamo immaginarlo nemmeno per un attimo”. “Il governo – – non vuole uscire dall’euro. Se poi gli altri cercheranno di cacciarci non lo so, ma questo non è nostra volontà, ne metteremo gli altri nelle condizioni di farlo”

L’articolo Euro, Di Maio: “Il governo segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lula resta dentro, il Brasile si dimostra meno clemente dell’Italia

By Mauro Villone

L’Italia e il Brasile sono due paesi che hanno sempre avuto una simpatica e curiosa relazione reciproca, vuoi per il carattere caliente simile dei due popoli, vuoi per i puttanieri italiani che affollano le spiagge del nordeste, vuoi per certe affinità culturali, vuoi per la massiccia immigrazione italiana che a San Paolo e Rio si trovano persino le associazioni “Piemontesi nel Mondo” che allignano in tutto il pianeta. Ma c’è un altro punto in comune meno edificante (a parte i puttanieri): la corruzione. Quella brasiliana è più professionalmente coloniale, più massiccia e inarrestabile, solare e divertita. Sono fatti così, un segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Caporalato, lo dicono i dati: la legge funziona. Basta applicarla

By Area pro labour

di Monica Rota* ed Eleonora Morosini**

Il fenomeno del caporalato è molto diffuso nel nostro Paese e coinvolge prevalentemente lavoratori stranieri, costituendo il vero business dell’immigrazione. Il terzo rapporto Agromafie e caporalato del maggio 2016, realizzato dall’osservatorio Placido Rizzotto della FlaiCgil, denuncia che in Italia sono tra 400 e 430 mila i lavoratori irregolari impiegati soltanto nel settore agricolo, di cui 100 mila versano in condizioni di sfruttamento e grave vulnerabilità.

Il primo strumento normativo predisposto dal legislatore italiano contro tale piaga sociale risale al 2011, a seguito dell’emanazione del decreto-legge 138, successivamente convertito nella legge 148, con cui segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Giustizia, Bonafede al Parlamento: “Stop a riforma intercettazioni. Priorità: daspo corrotti, prescrizione e legittima difesa”

By F. Q.

“Sarà fermata la riforma delle intercettazioni”, perché “le modifiche introdotte sono un dannoso passo indietro sulla strada della qualità ed efficacia delle indagini”. Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha esordito così in commissione al Senato durante la presentazione della linee guida del suo mandato. E ha illustrato quelle che sono le sue priorità: “daspo per i corrotti, la riforma della prescrizione e la legittima difesa”.

L’intervento più urgente è quello sulle intercettazioni, che dovrebbe entrare in vigore a breve: “Sarà fermata l’entrata in vigore”, ha detto Bonafede, “che è imminente, della riforma delle intercettazioni perché le modifiche introdotte, “appaiono come segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lamborghini apre uno showroom nel centro di Roma

By F. Q.

Sembra incredibile, ma nel novero degli showroom italiani firmati Lamborghini presenti a Bologna, Milano e Bergamo, mancava Roma. Finora almeno, perché ne ha appena aperto i battenti uno nel cuore della Capitale in via Leonida Bissolati 62, dietro via Veneto: praticamente al centro di quella che una volta era la movida della Dolce Vita romana. Un motivo per l’assenza, in realtà, c’era: il mercato italiano per i bolidi di S.Agata vale solo il 2% delle vendite totali e i clienti sono più numerosi nel nord Italia. Ma con il lancio del nuovo super-suv Urus le cose cominceranno a cambiare già segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Translate »