Parcheggi italiani, il podio del (ricco) business è tutto straniero

È un settore remunerativo e destinato a crescere che ha attratto investitori istituzionali e il risparmio privato. La graduatoria (posteggi degli aeroporti esclusi) vede in testa la spagnola Saba con 21 mila posti auto, seguita dalla famiglia austriaca Breitneider (12.500). Al terzo, il fondo belga Interparking (10 mila). Solo al quarto posto c’è un operatore italiano, il gruppo Arpinge di Inarcassa, Cassa Geometri ed Eppi con poco più di 7mila spazi
 – Leggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »