Cento amanti e 260 milioni di mazzette per l’uomo più corrotto di Cina

By [email protected] (Redazione Repubblica.it)

Lai Xiaomin, presidente di una delle grandi società di Stato che si occupano di crediti deteriorati, ha confessato davanti al tribunale di aver intascato tangenti per dieci anni. Anche per mantenere il suo harem

segue…

Source: Repubblica Esteri

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »