La Nuova Zelanda censura il manifesto del killer Tarrant: carcere per chi lo condivide

By repubblicawww@repubblica.it (Redazione Repubblica.it)

La decisione ha scatenato un acceso dibattito nel Paese. “C’è differenza tra l’ hate speech e un manuale che dà istruzioni per atti di terrorismo”, ha detto David Shanks, il responsabile dell’ufficio della censura neozelandese. “Così si nascondono le idee” del terrorista, dice…

segue…

Source: Repubblica Esteri

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »