Zoom: dalla privacy ai troll, tutti i guai dell’app per videochat tra razzismo e pornografia

By repubblicawww@repubblica.it (Redazione Repubblica.it)

L’applicazione tra le più usate durante il lockdown da coronavirus sfruttata anche per attacchi razzisti, pornografici e violenti nelle videocall. E la funzione “Directory aziendale” rischia di diffondere i profili privati degli utenti

segue…

Source: Repubblica Esteri

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »