29enne incinta passeggia in un bosco: uccisa da un branco di cani da caccia

Una donna incinta è stata uccisa da un branco di cani che partecipavano ad una battuta di caccia al cervo mentre passeggiava con il suo cane in un bosco nel nord della Francia. A dare la notizia sono fonti giudiziarie che fanno sapere che la giovane, prima di essere assalita, aveva telefonato al fidanzato per “segnalargli la presenza di cani minacciosi”. È stato proprio lui a scoprire il corpo senza vita della compagna, sabato pomeriggio, e a dare subito l’allarme. La polizia ha aperto un’inchiesta al momento a carico di ignoti per “omicidio colposo per aggressione canina”.

Secondo i risultati del’autopsia infatti, la morte della donna, che aveva 29 anni e passeggiava nella foresta di Retz, a 150 chilometri dal confine con il Belgio, è stata provocata da “un’emorragia conseguenza di diversi morsi di cani alle braccia e alle gambe, ma anche alla testa“, ha spiegato il procuratore di Soissons, Frédéric Trinh.

Sono stati effettuati “prelievi su 93 cani“, ha precisato, quelli appartenenti alla vittima, che ne aveva 5 in totale, più molti altri che stavano partecipando a una caccia al cervo nei paraggi. L’obiettivo è “soprattutto di identificare il cane o i cani che hanno morso”. Alcuni, fra gli animali aggressori, hanno morso provocando la morte della donna, altri hanno continuato anche dopo il decesso.

L’articolo 29enne incinta passeggia in un bosco: uccisa da un branco di cani da caccia proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »