Adesso l’Alto Adige farà i conti non solo con gli incassi, ma anche coi considerevoli danni

By Paolo Martini

Il bilancio della stagione turistica estiva che si va concludendo, la prima post-pandemia, si sta rivelando alquanto deludente per tutti coloro che speravano in un cambiamento radicale, indotto dall’emergenza sanitaria. E non parliamo solo di Costa Smeralda e altri luoghi mondano-marini trasformatisi in epicentri del “contagio menefreghista”, sull’onda della radicata tradizione di un turismo indifferente alle regole, e alla logica, persino della natura.

Le montagne, in particolar modo le più belle, sono state prese d’assalto come non mai. E finalmente si sono di nuovo levate voci autorevoli, con in testa Reinhold Messner, per reclamare almeno un fermo temporaneo delle auto e segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »