Agenzia Spaziale Europea condannata a risarcire per 210mila euro lavoratore italiano: “Stipendio inferiore alle mansioni svolte”

By Gianni Rosini

L’Agenzia Spaziale Europea (Esa) dovrà risarcire Ivan Balenzio, che ha lavorato nella sede italiana Esrin di Frascati (Roma), per 210mila euro lordi. Lo si legge in una sentenza di primo grado del Tribunale di Velletri che ha quantificato le differenze retributive dovute al lavoratore rispetto ai dipendenti dell’Agenzia che svolgevano simili funzioni.

Esa, fondata nel 1975, coordina i progetti spaziali di 22 Paesi europei che sono anche i finanziatori del budget messo a disposizione dell’agenzia. L’Italia è uno dei principali, terzo contribuente dopo Francia e Germania: Roma sborsa 2,2 miliardi, pari al 15,9% dei circa 14 miliardi in totale, preceduta da segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »