Amianto sulle navi militari, in legge di Bilancio stanziati 12 milioni di euro per la bonifica. Da ‘ripulire’ 136 unità che sono ancora in servizio

By Giuseppe Pietrobelli

Secondo la Marina Militare il rischio di contaminazione da amianto per gli equipaggi imbarcati sulle navi sarebbe cessato al 31 dicembre 1995, la bellezza di 24 anni fa. La legge che ha messo al bando il minerale, causa prima del terribile mesotelioma che non lascia scampo, risale al 1992. C’è voluto questo lungo lasso di tempo, ci sono volute migliaia di morti sospette tra i marinai, ma alla fine anche lo Stato prende atto – dopo averlo tenuto a lungo nascosto – che le navi sono ancora imbottite di amianto, al punto da richiedere una bonifica massiccia. Con un costo segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »