Assunzioni in cambio di voti, il sindaco arrestato: “Non vado da nessuna parte se non utilizzo questo metodo”

By Marco Bova

“Non posso scendere in piazza, non posso andare da nessuna parte… credetemi, lo hai capito tu? Quante persone! se noi altri … non utilizzo questo metodo”. Con queste parole si giustificava al telefono il sindaco di Casteldaccia (Palermo), Giovanni Di Giacinto, in carcere con l’accusa di corruzione per aver procacciato assunzioni per i suoi sostenitori elettorali, in cambio di affidamenti diretti. Assieme a lui sono indagate altre dieci persone, quattro di loro finiti in manette nel paesino che a novembre fu colpito da un alluvione che causò la morte di nove persone (tra cui due bimbi di uno e segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »