Batterie per auto elettriche, ok di Bruxelles a 3,2 miliardi di aiuti di Stato: in testa Germania e Francia, l’Italia ci mette 570 milioni

By F. Q.

Facilitare la transizione dai combustibili fossili verso un’energia più pulita. E cercare di mettersi al passo con i produttori asiatici che dominano il mercato. Sono i principali obiettivi del secondo “importante progetto di comune interesse europeo” (Ipcei) nel settore delle batterie che ha avuto lunedì il via libera della Commissione europea. Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia e Svezia, i sette Paesi che partecipano all’iniziativa, potranno dunque concedere al settore aiuti pubblici per un totale di 3,2 miliardi di euro che dovrebbero sbloccare 5 miliardi di investimenti privati. In testa Berlino e Parigi, capofila della partnership europea per sviluppare segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »