Bonus 1000 euro, il caso degli agenti di commercio. Su 24mila domande 13mila respinte: “Calo di provvigioni insufficiente”

By Chiara Brusini

Sono l’unica categoria che ha l’obbligo di versare contributi – oltre che all‘Inps – anche a un secondo ente, l’Enasarco. Per costruirsi una pensione complementare, cosa che per tutti gli altri lavoratori è volontaria. Così durante l’emergenza Covid gli agenti di commercio si sono trovati davanti a un bivio: a chi chiedere i bonus da 600 euro per marzo e aprile e poi quello da 1.000 euro previsto per maggio? All’istituto nazionale di previdenza o alla Fondazione vigilata da ministero del Lavoro e dell’Economia? Risposta: in teoria a entrambi. Perché avevano diritto sia all’indennità Inps sia – ma a patto segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »