Brigata Mai 1 Gioia: tifare San Marino ed esultare una volta in due anni (non per la vittoria ma per un gol fatto)

By Vincenzo Lacerenza

Il 16 novembre, anche se ininfluente ai fini del risultato, quando il sammarinese Filippo Berardi ha circumnavigato il portiere kazako Nepogodov, depositando nella porta sguarnita la rete dell’1-3, lo stadio Olimpico di Serravalle è esploso in un urlo di liberazione. Vedere segnare un gol alla piccola nazionale di San Marino, del resto, non capita proprio tutti i giorni: l’ultima rete dei celesti in ordine cronologico l’aveva realizzata Mirko Palazzi nel 5-1 incassato in Azerbaigian il 4 settembre 2017, più di due anni fa. Un’eternità, ma niente in confronto al digiuno realizzativo casalingo: nella Repubblica del Titano, per dire, non esultavano segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »