Catania, sotto protezione per aver fatto arrestare i suoi aguzzini. Imprenditore beffato: “Conti bloccati per debito che non dovrei pagare”

By Alan Scifo

Mario Cavallaro, imprenditore edile e chimico di Belpasso, a Catania nel 2005 ha denunciato i suoi strozzini che avevano chiesto il pizzo, bussando alla porta della sua azienda. Dopo le denunce e gli arresti in flagranza di reato, con gli aguzzini arrestati mentre prendevano i soldi, per Cavallaro iniziano i guai: furti, incendi, danneggiamenti, pestaggi e sequestri (tre volte).

Dalle sue denunce sono stati avviati due processi: uno a Siracusa, a carico del clan Aparo-Trigilio (tutti arrestati durante un blitz) e uno a Catania a carico del clan Santapaola-Ercolano. I due processi sono in corso e, prima di ogni udienza, Cavallaro segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »