Coronavirus, addio al neurologo Arrigo Moglia. “Parlava guardandoti negli occhi. Con i pazienti lavorava sull’accettazione della malattia”

By Elisa Cornegliani

“Aveva questa grande capacità di trovare soluzioni ai problemi. Ci arrivava con una sorta di pensiero laterale. Magari qualcuno gli chiedeva un consiglio per una questione su cui stava riflettendo da giorni. Lui ascoltava, e diceva la sua. Dall’altra parte la reazione era sempre la stessa: ‘Come ho fatto a non pensarci prima?’”. Sabrina Ravaglia, neurologa dell’Irccs Fondazione Mondino di Pavia, ricorda così Arrigo Moglia. Hanno lavorato insieme per oltre vent’anni. Voce autorevole nel campo della ricerca italiana e internazionale, Moglia è stato per anni ordinario di Neurologia all’università di Pavia e direttore del dipartimento di Fisiopatologia dell’istituto Mondino.

Era arrivato segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »