Coronavirus, Bce cambia rotta: “Pronti ad acquisti mirati di titoli di Stato”. Borse Ue in recupero e lo spread ripiega verso 250 punti

Prove di rimbalzo dopo il giorno più nero, segnato da perdite a due cifre per tutti i listini europei e dal crollo peggiore nella storia del Ftse Mib con lo spread oltre 265 punti base. Tutte le Borse hanno aperto in rialzo e al recupero hanno contribuito le parole del capo economista Bce Philip Lane, che in un intervento sul sito non solo ha spiegato la ratio degli interventi di ieri e non ha escluso tagli dei tassi in futuro, ma ha anche sottolineato che la Bce si impegna “a utilizzare la piena flessibilità integrata” nel programma di acquisto di titoli di Stato: l’Eurotower dunque è pronta a interventi mirati di acquisto dei bond dei Paesi più colpiti per rispondere a “choc di liquidità e fuga dal rischio”. Una precisazione dovuta, visto che ieri le parole poco accorte di Christine Lagarde (“non siamo qui per chiudere gli spread”) hanno innescato forti vendite sul mercato obbligazionario.

Aperture positive in tutta Europa – Piazza Affari ha aperto a +1,7 per poi accelerare fino a +6,2%. In seguito ha limato il rialzo, poco sopra il +5%. Intanto il differenziale Btp-Bund si è ristretto attestandosi dopo alcuni scossoni intorno ai 250 punti con il rendimento del decennale italiano a 1,8%. Consob prima dell’apertura ha deciso di vietare temporaneamente le vendite allo scoperto su 85 titoli azionari italiani a causa della eccessiva variazione di prezzo registrata ieri. Rimbalzano anche le altre Borse europee: Parigi +4,7%, Francoforte +3,49%, Londra +3,2% e Madrid +6,5%.

Le precisazioni di Lane (Bce) – Ieri hanno pesato le preoccupazioni sugli effetti della pandemia e il panic selling scatenato dalle affermazioni della presidente della Bce. In serata Lagarde, a mercati ormai chiusi, ha precisato che l’Eurotower è “pienamente impegnata a evitare qualsiasi frammentazione in un momento difficile dell’area euro”. Troppo poco, e tardi. Oggi ci ha pensato il capo economista Lane a chiarire la situazione: “Siamo pronti a fare di più e ad adottare tutti i nostri strumenti, se necessario, per assicurare che gli alti spread elevati che vediamo oggi, a causa dell’accelerazione del coronavirus, non mettano in pericolo la trasmissione della nostra politica monetaria in tutti i Paesi dell’Eurozona”. Per questo sarà assicurata una “presenza robusta” sul mercato obbligazionario e in risposta a situazioni di fuga dal rischio o shock di liquidità “potranno esserci fluttuazioni temporanee nei flussi di acquisti, sia in termini di classi di asset che di Paesi”.

S&P: “Rischio recessione per tutta l’Eurozona senza misure di contenimento” – “Ritardare le misure di contenimento contro il coronavirus potrebbe spingere l’Eurozona in una recessione tecnica nella prima metà dell’anno”. Lo scrive S&P in un rapporto, sottolineando però “che un apprezzamento disordinato e persistente dell’euro potrebbe rivelarsi la principale minaccia alla crescita nel 2021”.

Tonfo di Wall Street – Wall Street nella notte italiana ha terminato la sessione riportando un tonfo storico, con il peggior ribasso del Dow Jones dal Black Monday del 1987, mentre lo S&P ha vissuto la sessione peggiore dal crash del 1987. Le vendite si sono trasferite sui listini asiatici, con Tokyo che ha chiuso questa mattina in calo del 6%.

Le altre banche centrali – Dopo gli annunci di ieri della Bce e le parole poco accorte di Christine Lagarde, le altre banche centrali continuano a muoversi con decisione. La Fed ieri sera ha annunciato che inietterà 1.500 miliardi di dollari sul mercato nel tentativo di evitare una contrazione e di facilitare il funzionamento del mercato dei Treasury. E stamattina la banca centrale della Norvegia ha ridotto di 0,50 punti percentuali all’1% i tassi di interesse. “A breve termine l’attività economica norvegese diminuirà considerevolmente a causa dell’epidemia di coronavirus”, spiega la Norges Bank.

L’articolo Coronavirus, Bce cambia rotta: “Pronti ad acquisti mirati di titoli di Stato”. Borse Ue in recupero e lo spread ripiega verso 250 punti proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »