Coronavirus e la malattia di Kawasaki nei bambini, il pediatra: “A Bergamo 12 casi, abbiamo aspettato per non fare terrorismo”

By Giovanna Trinchella

Il primo bambino è arrivato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo nei giorni disperati e disperanti in cui i reparti di terapia intensiva erano al collasso. Era il 17 marzo. La diagnosi per il giovane paziente è stata malattia di Kawasaki, una infiammazione dei vasi saguigni che può coinvolgere le arterie del cuore fino a dilatarle. In genere i casi di questa patologia sono tre all’anno, ma da quel giorno al 14 aprile i pazienti ricoverati sono stati dieci, tra cui un 15enne. E negli ultimi giorni se ne sono aggiunti due che hanno bisogno di cure intensive e che segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »