Coronavirus, libertà di culto “compromessa”. Comunità islamica: “D’accordo con la Cei. Noi nemmeno interpellati dal governo”

By F. Q.

Il governo ha detto no alla ripresa dei riti religiosi, tra cui la messa, anche se in forma controllata e delimitata dalle norme di sicurezza. La Conferenze episcopale italiana non ci sta e teme di “vedere compromesso l’esercizio della libertà di culto. Ma non è la sola. Anche la Comunità religiosa islamica italiana (Coreis) e Commissione delle chiese evangeliche per i rapporti con lo Stato (Ccers) hanno sottolineato l’importanza per i credenti di poter tornare a professare la propria fede.

“Sono d’accordo con la Cei – ha detto l’imam Yahya Pallavicini, presidente della Coreis – Non segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »