Coronavirus, muore sindaco nel Bergamasco. In città è emergenza: “Una sepoltura ogni mezz’ora, sembra una guerra”. E il crematorio lavora 24 ore al giorno

By Alberto Marzocchi

Il silenzio è interrotto dal suono acuto delle sirene. Per le strade, a parte qualche bus e un’auto isolata, sfrecciano le ambulanze. Ma non solo: a passo più lento, si infilano nelle vie i carri funebri. La città di Bergamo, ogni giorno, registra il suo bollettino di guerra: 53 vittime mercoledì, poi 61, ieri 50. “I decessi sono quintuplicati, c’è una sepoltura ogni mezz’ora“. A parlare è l’assessore all’Innovazione e ai Servizi cimiteriali, Giacomo Angeloni. Risponde al telefono, ma dopo pochi minuti si deve interrompere: “Ho un’altra chiamata urgente”. È in contatto costante con gli uffici del Comune. “I dipendenti segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »