Da Israele agli Usa: dove le scuole sono state aperte e subito richiuse per i troppi contagi

By F. Q.

Il primo monito è arrivato già a maggio da Gerusalemme: scuole riaperte senza l’obbligo di mascherina, con l’aria condizionata e le aule affollate. Il risultato: più di 22mila studenti e insegnanti in quarantena e aule di nuovo chiuse. Ora le prime notizie di focolai nelle classi arrivano dagli Usa, dove alcuni Stati hanno deciso di ripartire e sono stati costretti subito alla retromarcia: è il caso di un istituto dell’Indiana, ma anche di una scuola superiore del Mississippi. Visto quanto successo, il Maryland ha scelto di fermare l’inizio dell’anno scolastico in presenza per le scuole private nella contea di Montgomery. segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »