Didattica a distanza, combatterla vuol dire aver perso contatto con la realtà

By Maurizio Montanari

L’appello degli intellettuali lanciato per difendere la scuola dalla ‘pervasiva estensione delle modalità telematiche di insegnamento’ che minaccia di ridurla ad uno ‘smanettamento di una tastiera’ piegandola alla ‘sudditanza dai motori di ricerca’, pecca, come tanti appelli ex cathedra, della perdita di contatto con la realtà periferica di tanti alunni e maestri che quella cattedra, spesso consumata e sverniciata, la usano tutti i giorni.

Nel j’accuse si intravede il timore di una definitiva e irreversibile liquidazione della scuola nella sua configurazione tradizionale. Nessuno, dalla ministra dell’Istruzione ai tecnici deputati, mi pare abbia inteso perseguire la sostituzione in toto dell’insegnamento corporeo con segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »