Egitto, l’avvocato dei Regeni beffato a un passo dalla liberazione. Niente cure in carcere: muoiono in 5

By Pierfrancesco Curzi

Il clima di ottimismo suscitato dal primo contatto fisico tra Patrick Zaki e la sua famiglia nel carcere di Tora subito mitigato da altre notizie in arrivo dalle prigioni del regime egiziano. Lo studente egiziano del corso Erasmus all’università di Bologna l’altro giorno ha potuto incontrare la madre e affidato ad una lettera le considerazioni sul suo buono stato di salute generale. Nel frattempo all’interno di tre prigioni del Paese, compresa quella di Tora alla periferia sud del Cairo, cinque prigionieri di coscienza, rinchiusi per reati politici, sono morti a causa del deterioramento delle loro condizioni di salute e segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »