Emanuele Scieri, l’ipotesi dei pm militari: “Non fu nonnismo, venne punito perché aveva cellulare in caserma”. Indagati 3 commilitoni

By Giacomo Salvini

L’ex parà di 26 anni Emanuele Scieri non morì per un atto di nonnismo dei suoi superiori, ma per una punizione finita male. È questa la nuova ipotesi su cui sta lavorando la procura Militare di Roma che si muove parallelamente all’indagine della procura di Pisa che aveva riaperto il caso a dicembre 2017 sulla base della relazione della commissione d’inchiesta sulla morte del giovane paracadutista. I magistrati militari, come rivelato dal quotidiano La Nazione, a metà novembre hanno aperto un’indagine per “violenze a inferiore mediante omicidio in concorso” e nei giorni segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »