Festival di Sanremo 2020, Rula Jebreal sul palco dell’Ariston: “Mia madre si è suicidata dopo un’infanzia di violenze”

By Davide Turrini

“Non voglio mica laaa Ruu-la”. Sanremo è Sanremo. Si scherza. È stato il tormentone dell’inverno attorno al Festival edizione 2020. Ma alla fine Rula Jebreal, 46 anni, da Haifa (Israele), cittadinanza israeliana e italiana, sul palco dell’Ariston ci va. Si dice, per 25mila euro di cachet (metà del compenso al Nobel Nadia Murat), con un monologo contro la violenza sulle donne. Giornalista, poliglotta, figlia di un imam sufi, a sua volta con origini nigeriane e arabo palestinesi, orfana di madre palestinese a 5 anni, Rula Jebreal giunge in Italia per la prima volta nel 1993 dopo tredici anni di collegio. segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »