Fiumicino, il ragazzino resta solo dopo l’arresto dello zio: notte di Natale a casa del poliziotto. Colletta tra gli agenti per i regali

By F. Q.

La sera della vigilia di Natale, un bambino moldavo di 13 anni e suo zio sono sbarcati all’aeroporto di Fiumicino, diretti in un paesino del Sud Italia per far visita a una nonna. L’uomo, però, dopo il controllo dei documenti effettuato in aeroporto, è stato arrestato perché aveva una condanna pendente di circa 6 mesi di carcere per diversi furti. Il bambino, rimasto quindi solo, avrebbe così rischiato di passare la sera nell’area dello scalo romano, vista anche la difficoltà di un’immediata collocazione, seppur temporanea, nelle strutture di accoglienza della Capitale. Così fra gli uomini della polizia giudiziaria della polizia segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »