Giulio Giorello, addio. E se lassù incontrassi un alieno lo invidierei: ti avrebbe tutto per sé

By Januaria Piromallo

Geniale Morgan. Si mette alla tastiera adagiata sull’altare laico. Mentre la figura del Cristo spariva dietro due porte scorrevoli. Ma credo che se lo avessero lasciato non ti sarebbe dispiaciuto così tanto. Visto che di Gesù dicevi che era una figura di grande potenza, tra i migliori uomini al mondo mai conosciuti.

Siamo presso la casa funeraria San Siro, nel pieno rispetto delle norme prudenziali di sicurezza, alla cerimonia del tuo addio, vittima anche tu del maledetto virus. E Morgan, sobrio e delicato, attacca il primo movimento del “Concerto di Brandeburgo” di Bach. E’ la sinfonia che nel 1977 la Nasa segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »