Gruppo Gedi, all’amministratore delegato uscente Cioli 1,8 milioni di buonuscita. Ne prese 3,7 dopo 10 mesi di lavoro al Corsera

By Fiorina Capozzi

L’editoria è in crisi. Il governo ipotizza prepensionamenti per i giornalisti e la loro sostituzione con nuove figure professionali. Con grave danno dell’Inpgi, la cassa previdenziale di categoria, e foschi scenari per le casse pubbliche. Ma tutto questo non incide affatto sulla diffusa prassi di staccare assegni milionari a vantaggio degli amministratori in uscita dai gruppi editoriali. Prova ne è l’assegno che Gedi spa, editrice di La Repubblica e La Stampa, ha deciso di pagare all’ amministratore delegato uscente, Laura Cioli: 1,85 milioni, di cui “il 95% a titolo di incentivo all’esodo e 5% residuo a segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »