Gucci, dalle sfilate show agli abiti creati per Achille Lauro. Così Alessandro Michele ha trasformato il marchio in un messaggio

By Beatrice Manca

Tanto sono rivoluzionarie le sfilate di Gucci immaginate da Alessandro Michele, che stavolta non c’era nemmeno la sfilata. Per presentare la collezione femminile alla Fashion Week milanese, il designer romano ha mostrato il pre-sfilata, il dressing nei camerini: appendiabiti, accappatoi, parrucchieri armati di lacca e forcine per gli ultimi ritocchi. Una giostra gigante, che ruotava su stessa: man mano che i modelli venivano vestiti, si posizionavano in vetrina. Il risultato è una grande casa di bambole, un carillon dove si alternano collegiali dall’aria imbronciata e bambole con i gonnoni in tulle e la lacrima che sbava il trucco, come Pierrot. segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »