I moti di Reggio, 50 anni fa la rivolta nera dei “boia chi molla” che creò un nuovo blocco di affari e potere. All’ombra di ‘ndrangheta e massoneria

By Gianni Barbacetto

Cinquant’anni fa, nell’estate del 1970, scoppia in Italia una rivolta mai vista prima, mai vista dopo. Scontri, assalti, barricate, scioperi generali, scuole chiuse per mesi e trasformate in caserme, 43 attentati dinamitardi, undici morti, migliaia di feriti. Una guerra civile in cui per otto mesi una folla armata occupa una città, si sostituisce alle autorità, combatte contro carabinieri, polizia, esercito. “I Moti di Reggio Calabria”: così li chiamano i giornali e le tv, quelli stranieri soprattutto, perché l’informazione italiana, specie la Rai di Ettore Bernabei, cerca di minimizzare e fa fatica a capire.

Oggi, cinquant’anni dopo, ancora minimizziamo e facciamo fatica segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »