I social non sempre ‘pagano’. Ecco perché gli influencer devono costruire anche altrove

By Nomadi Digitali

di Marta Coccoluto

Influencer. Il dibattito sul tema si è riacceso dopo che, alla notizia del giro di vite della giustizia americana sui profili con falsi follower, ha fatto eco il lancio in Italia del primo corso di laurea per influencer. A stretto giro, le “Linee guida” della Camera nazionale della moda italiana fissano regole stringenti per gli influencer, che sono oggi i veri connettori tra i brand e i consumatori.

Si prospettano tempi duri? Non direi, o almeno non per chi riesce a portare i propri seguaci anche fuori dalle piattaforme terze. segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »