Kuwait, la disperata situazione dei ‘bidun’ sta per peggiorare. E l’obiettivo politico è chiaro

By Riccardo Noury

Della disperata situazione dei bidun, i circa 100.000 apolidi forzati del Kuwait (più o meno un decimo della popolazione del paese), abbiamo già scritto in diverse occasioni, ultimamente qui. Ora una proposta di legge rischia, se approvata, di perpetuare la discriminazione nei loro confronti obbligandoli a rinunciare alla richiesta di cittadinanza.

Già a luglio il suicidio di un ventenne aveva scatenato una rivolta: 11 delle persone arrestate durante le proteste sono ancora in carcere in attesa di processo per “ribellione“, “diffusione di notizie false” e “appartenenza a un’organizzazione illegale”, il Consiglio per i bidun del Kuwait diretto da Mohamed Waly segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »