Massimo Palanca, 30 anni fa l’ultima partita del giocatore simbolo del Catanzaro. Per tutti è l’uomo dei gol da calcio d’angolo

By Giacomo Corsetti

Criniti è pronto ad entrare in campo. Il quarto uomo ha segnalato la sostituzione all’arbitro. Siamo al settantesimo di Catanzaro-Barletta, ultima partita del campionato di B 1989/90. È il 3 giugno. Tutto lo Stadio Ceravolo (ex Militare) si alza in piedi. In verità non c’è tanta gente allo stadio. La squadra calabrese è già certa della retrocessione in C1, ma il tributo che proviene dagli spalti è comunque di quelli importanti. Ad essere richiamato in panchina è un uomo dal baricentro basso e con i baffi alla Roberto Pruzzo. È Massimo Palanca, e sta uscendo dal campo per l’ultima volta. segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »