Napoli, quattro raid della camorra in pochi giorni, l’imprenditore si arrende e chiude: “Siamo soli, l’indifferenza ci uccide”

By Fabio Capasso

Quattro raid in pochi giorni, i dipendenti terrorizzati danno le dimissioni e un imprenditore è costretto a chiudere l’attività. Succede a Barra, quartiere orientale di Napoli dove ieri mattina i lavoratori di un punto scommesse in via Volpicella, a poche ore dall’ultima rapina avvenuta nel pomeriggio di domenica 11 febbraio, si sono dati appuntamento per abbassare definitivamente le saracinesche e consegnare le chiavi al titolare. “Senza sicurezza non si può fare impresa – spiega il proprietario Giovanni Forte – il senso di solitudine che ti scoppia dentro tra l’indifferenza della gente e soprattutto delle istituzioni uccide, uccide le imprese, uccide segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »