Omicidio Olga Matei, la Cassazione: “No alle attenuanti per tempesta emotiva”

By F. Q.

No alle attenuanti generiche per Michele Castaldo per l’omicidio di Olga Matei, strangolata a Riccione nel 2016. La Cassazione ha accolto il ricorso della procura generale di Bologna e annullato la sentenza della Corte d’assise d’appello che aveva quasi dimezzato la condanna, da 30 a 16 anni, valorizzando la perizia psichiatrica sull’imputato, che aveva rilevato una ‘soverchiante tempesta emotiva’ causata dal vissuto dell’uomo.

Il delitto avvenne a Riccione il 5 ottobre 2016: i due si frequentavano da circa un mese quando l’uomo, in una crisi di gelosia, strangolò Olga a mani nude e poi tentò il suicidio. Il caso fece discutere segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »