Parigi tassa Amazon su consegne a domicilio: “Crea precariato e inquina”. E in Usa calcolano i costi che scarica sulle comunità

By F. Q.

Se finora ha operato indisturbato a qualsiasi ora e senza tasse né controlli, adesso Parigi cambia le regole per Amazon. Perché “chi inquina, paga”. Dopo le battaglie su Uber o Airbnb, la sindaca Anne Hidalgo ha proposto due misure per controllare e tassare le consegne del colosso digitale, raccogliendo così le conclusioni di sindacati e ong che hanno denunciato “l’impunità fiscale, sociale e ambientalista” di Amazon. I motivi: per la giunta socialista il boom delle consegne on-line è un “fattore di precarizzazione, fonte di congestione e di inquinamento” della capitale e l’assessore all’urbanistica, Jean-Louis Missika sta mettendo a punto insieme segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »