Polonia, Duda gioca la carta anti-Lgbt per il secondo mandato. Ma l’Ue blocca i fondi alle comunità che violano i loro diritti

By Filippo Rossi

Il presidente uscente Andrzej Duda è pronto a giurare di fronte all’Assemblea nazionale, iniziando ufficialmente il suo secondo mandato quinquennale al comando della Polonia, dopo aver vinto di misura al ballottaggio le elezioni presidenziali dello scorso 12 luglio, considerate, nel Paese, come le più importanti dopo quelle del 1989 (l’affluenza alle urne è stata vicina al 70%). Ma il presidente, sostenuto dal partito di maggioranza Diritto e Giustizia (PiS), si ritrova a guidare un Paese più che mai diviso su questioni sociali, diritti umani e giustizia.

In un contesto di crescente tensione nei rapporti all’interno di segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »