Potenza, “gettavano le salme in una fossa comune per rivendere i loculi del cimitero a prezzi gonfiati”: 6 arresti per corruzione

By F. Q.

Gettavano le salme in “vere e proprie fosse comuni” per liberare i loculi del cimitero di Rionero in Vulture, in provincia di Potenza, e quindi rivenderli illecitamente fino al 300% del costo reale. Queste le accuse della procura potentina guidata da Francesco Curcio che ha chiesto e ottenuto l’arresto di 6 persone – tre in carcere e altrettante ai domiciliari – e l’applicazione di una settima misura interdittiva nell’ambito di un’inchiesta che vede 15 indagati. Un “sistema”, lo hanno chiamato gli inquirenti.

Le indagini sono cominciate dopo la denuncia di un cittadino sulla compravendita delle tombe. Gli investigatori hanno individuato “un segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »