Qassem Soleimani, chi era il generale iraniano ucciso nel raid Usa: uomo in prima fila sul campo e braccio destro del potere di Teheran

By F. Q.

Sessantadue anni, ventuno dei quali passati alla guida delle forze Quds, le forze speciali delle Guardie rivoluzionarie iraniane. Il generale Qassem Soleimani, ucciso nel raid Usa all’aeroporto di Baghdad ordinato da Donald Trump, era il braccio destro dell’ayatollah Khamenei e l’uomo sul campo di Teheran. Protagonista delle operazioni più importanti degli ultimi due decenni in Medio Oriente, le vittorie dell’Iran portano tutte la sua firma.

In Iraq e Siria la sua azione è stata determinante e dopo l’11 settembre 2001 era considerato uno dei nemici giurati degli Usa e, a sua volta, Soleimani ha tentato in ogni segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »