Taglio dei parlamentari, chiamatelo pure principio di precauzione ma io voto No

By Critica liberale

di Riccardo Mastrorillo

Troviamo risibili le motivazioni di alcuni sostenitori del “No” al referendum costituzionale, ma ancora di più ci preoccupano le motivazioni del “Sì”; non possiamo confutarle tutte, né tanto meno abbassarci alle supposizioni di bassa politica, che alludono ad effetti politici, a presunte crisi di governo che ne conseguirebbero e magari a fantasiose ipotesi di governi di salute pubblica.

Il tema in discussione è di estrema serietà, senza indulgere in drammatizzazioni o negli eccessi di chi sostiene effetti catastrofici. Il nostro faro sono i principi della democrazia liberale, primo fra tutti l’equilibrio dei poteri. Non siamo contrari in assoluto a segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »