Taglio parlamentari, a telecamere spente la politica ha di nuovo offerto il peggio di sé

By Sostenitore

di Andreina Fidanza

Ad inizio ottobre eravamo tutti collegati con l’Aula di Montecitorio, una giornata che pur non mutando radicalmente le sorti del Paese divenne storica per il via libera definitivo da parte della Camera (553 Sì) alla riforma costituzionale che riduceva i deputati da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200. Quel disegno di legge voluto, dichiarato, promesso, era uno dei punti fondamentali del programma elettorale del Movimento 5 Stelle che raccolse, stranamente e per la prima volta, una maggioranza trasversale: Pd, Leu, Italia Viva, Fdi, Fi e Lega, tutti insieme appassionatamente.

Insomma, a obiettivi delle telecamere puntati segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »