Taranto, le mani dei clan sulle produzioni cinematografiche: la Fandango si affidò a loro per girare un film al quartiere Tamburi

By Francesco Casula

Per girare un film nel quartiere Tamburi di Taranto non servono permessi del Comune o richieste ufficiali, è sufficiente rivolgersi al clan mafioso che gestisce il territorio per trovare lavoratori, comparse, location, parcheggi e tutto quello che serve. È quanto emerso dall’operazione antimafia “Tabula Rasa” condotta dalla Guardia di finanza di Taranto che ha portato in carcere 8 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, traffico di droga, scambio di voto politico-mafioso e tanto altro. Ed è al clan “Sambito” che alcuni rappresentanti della Fandango si sarebbero rivolti a ottobre 2017 per le riprese del film de Il grande segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »