Terremoti, “possibile relazione” con le concentrazioni di anomalie elettromagnetiche

By F. Q.

Una “possibile relazione” tra le concentrazioni di anomalie elettromagnetiche e i terremoti. Tra quello che accade molto in alto nell’atmosfera e quello che succede sotto i nostri piedi. Si tratta di una determinazione statisticamente significativa di concentrazioni di anomalie elettromagnetiche nella ionosfera (la regione dell’atmosfera che si trova tra 90 e 200 chilometri) prima di terremoti di magnitudo uguale a 5.5 o superiore e con profondità ipocentrale fino a 50 chilometri in un intervallo di tempo che va da due mesi e poco prima degli eventi.

Lo studio, “Precursory worldwide signatures of earthquake occurrences on Swarm satellite data”, a cura di segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »