Vaccino anti-Covid, l’Italia supera le 865mila dosi somministrate. Solo 3 Regioni hanno utilizzato meno della metà delle fiale

L’ultimo aggiornamento, ancora parziale e riferito alle 22.52 del 13 gennaio, della campagna vaccinale porta a 868.615 le persone che hanno ricevuto la prima dose di Pfizer-Biontech. Le donne vaccinate sono 542.012 e 326.603 gli uomini. Gli operatori sanitari e sociosanitari a cui è stato somministrato la dose sono 669.730, mentre 131.206 persone appartengono al personale non sanitario e 67.679 sono gli ospiti delle Rsa. L’Italia ha quindi utilizzato finora – ma i dati affluiranno ancora nel corso della donna e nella prima mattinata del 14 gennaio – il 61,8% delle 1.406.925 dosi consegnate.

La regione che in termini assoluti ha vaccinato più persone è la Lombardia, con 121.589 dosi iniettate. Segue l’Emilia-Romagna con 93.008 e poi tre regioni – Campania, Lazio e Veneto – hanno oltre 80mila persone immunizzate. In termini percentuali, invece, è sempre la Campania l’area leader del Paese con l’85,4% delle fiale utilizzate. Veneto, Umbria, Toscana ed Emilia-Romagna superano il 70%. Tutte le regioni superano la metà delle dosi già somministrate, a parte Provincia di Bolzano (46%), Basilicata (41,6%) e Calabria (35,5%).

L’articolo Vaccino anti-Covid, l’Italia supera le 865mila dosi somministrate. Solo 3 Regioni hanno utilizzato meno della metà delle fiale proviene da Il Fatto Quotidiano.

 – Leggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »