Veneto, polemica per scelte del Teatro Stabile. Il comico Balasso contro il presidente ed ex portavoce di Zaia: “Lega se n’è impossessata”

By Giuseppe Pietrobelli

Cultura di destra e cultura di sinistra. Cultura leghista o progressista, cultura fascista o comunista… Attorno al Teatro Stabile del Veneto è scoppiata una guerra, come mai si era combattuta in un’istituzione culturale del Nordest. È cominciato tutto all’inizio di novembre quando il Comunale di Padova ha ospitato Marcello Veneziani con “1919 – I rivoluzionari”, spettacolo che ha raccontato l’avventura di D’Annunzio a Fiume e la nascita, in Italia, dei partiti fascista, comunista e popolare. Qualcuno, come la compagnia Anagoor di Castelfranco, diretta da Simone Derai, aveva annunciato una raccolta di firme per contestare la chiamata del giornalista-scrittore, definendolo un segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »