Vittorio Gassman, 20 anni dalla morte. “Come da sua natura l’attore ideale è un misto tra una puttana e un sacerdote”

By Davide Turrini

“Io sono nato bugiardo e ho scelto il mestiere della falsificazione programmatica”. Ricorrono vent’anni dalla morte di Vittorio Gassman. Ed eccolo ancora una volta il recupero fugace, il ricordo improvviso, i frammenti di cinema e delle apparizioni tv, in cui ricorre la sua straordinaria, dolente e sincera dualità personale e professionale. Gli applausi composti dai palchi in galleria per il bravo attore e le risate scomposte in platea per il guitto comico. L’apparente sicurezza dell’artista navigato e l’insicurezza dell’uomo intimamente fragile. L’aulica e impostata declamazione dei versi danteschi e il ribaltamento ironico dell’altrettanto impostata ed aulica lettura di un menù segue…

Source: Il Fatto Quotidiano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »