Alexis FFrench, il piano pop della classica: «Per me non c’è differenza tra Bach e Stevie Wonder»

By Giuseppina Manin Il compositore inglese di origini giamaicane pubblica “Dreamland»: “La mia musica è libera, senza barriere, popolare nel miglior senso del termine» segue…

Source: Corriere della Sera Spettacoli

Commento (1)

  1. mogol_gr

    Per me non c’è differenza tra Mozart e Stivie Wonder.

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »