Giorgio Battistelli, Leone d’oro alla Biennale musica: «Ma i compositori sono extracomunitari»

By Valerio Cappelli «I teatri italiani non hanno orizzonti né progettualità, è saltata la dimensione etica, si vuole essere sedotti. Manca la normalità della musica, che viene vissuta come un evento. All’estero non chiedono mai quanto ura un nuovo pezzo». segue…

Source: Corriere della Sera Spettacoli

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »