Maradona e Villa Fiorito, dove è nato e non lo piangono più: una culla che è una striscia di rabbia e di miseria

Il viaggio nel sobborgo dove è cresciuto, tra case senza fogne, strade senza luce e corrieri della droga. Il sindaco lo difende: «Non è vero che ci ha dimenticato»
 – Leggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »